Tra i molti testi scritti da Angelo Lippi,

nosto collaboratore da sempre. troviamo questo libro che senza alcun dubbio

si legge con scorrevolezza e con voglia di leggerne ancora una parte.

un libro che racconta aneddoti accaduti nel manicomio di volterra. aneddoti che raccontano storie, di vita e di cose anche simpatiche.

Un volume che fino a poco tempo fa era visibile ma non sfogliabile, solo presso il museo Lombroso. si tratta del LIBRO DELLA VITA DI NOF4.

il primissimo volume che ha fatto conoscere Nannetti al mondo intero

in ristampa anastatica, ovvero, IDENTICA all'originale.

volume veramente introvabile e che non può assolutamente mancare a studiosi ed appassionati.

La storia iconografica dell'ospedale neuro psichiatrico di Volterra è un volume ricercatissimo e veramente raro. il volume è ricco di immagini d'epoca e ripercorre dall'inizio tutta la storia del manicomio di Volterra. si trovano in esso tutte le foto di tutti i padiglioni fin dalla loro nascita, con tutta la relativa storia ed aneddoti.
E' il primo volume di Elvira Macchiavelli, una delle fondatrici di esplorazioniurbane. Elvira è una guru dell'esplorazione urbana, ha esplorato e fotografato la wuasi totalità dei luoghi abbandonati non solo in Italia. in questo volume ci presenta alcuni dei luoghi visitati e sopratutto come fare urbex, come farlo nel giusto modo ed appunto nella giusta etica e nel rispetto le luogo.
Un libro unico e straordinario redatto dalla nostra Elvira Macchiavelli. si tratta di un volume fotografico. gli scatti di Elvira ci portano nel mondo dell'urbex, quello vero e profondo. davvero un volume straordinario e con immagini mozzafiato.

  Il volume raccoglie decine di lettere, archiviate nelle cartelle cliniche e mai spedite, scritte da «matti» rinchiusi nel manicomio di Volterra in un periodo compreso tra il 1889 e il 1974. Selezionate tra migliaia come le più significative, trascritte e idealmente divise in due periodi (prima e dopo il fascismo) da medici «dissidenti», sono lettere che raccontano riflessioni, fantasie, sogni, desideri, permettendo di avvicinarsi alla malattia mentale con occhi diversi, in grado di coglierne i lati umani, creativi e affettivi con profonda empatia e senza pregiudizi. Una corrispondenza cui è stato negato il proprio destino, spesso per servire da supporto alle diagnosi. Restituire queste storie, questi moti affettivi alla conoscenza di tutti, denunciando al contempo la brutalità della censura tollerata dallo Stato (anche in spregio al dettato costituzionale del 1948), e rigidamente applicata da certa psichiatria su soggetti indifesi, è l'intento dei curatori. Non casuale, dunque, la dedica a Franco Basaglia, promotore della legge 180, che un manicomio lo aveva a lungo diretto, potendo verificare di persona il trattamento disumano spesso applicato agli internati.
 

Font TRUE TYPE per avere a disposizione il carattere di scrittura di Nannetti. il font è installabile su WINDOWS, MAC, LINUX.

una volta installato sarà disponibile per essere utilizzato su tutti i vostri documenti e applicazioni.